Fiera del libro di Torino

Il 14 maggio, dopo un viaggio della speranza in treno,  io e la sister siamo finalmente arrivate a Torino, alla fiera del libro. Essendo sabato era il caos più totale, alcuni stand sono stati impossibili da fare, ma vi assicuro che 200euro di libri li abbiamo spesi entrambe.

Non essendoci mai andate, siamo partite con i nostri zaini vuoti da riempire man mano. Unico problema? Dopo un’ora avevamo un macigno sulla schiena di alcune tonnellate. E’ stata una giornata interessante, ho trovato alcune biografie molto interessanti e mia sorella ha fatto man bassa di fantasy a mani piene(avete presente le trilogie in un unico libro? ecco quelle leggerezze li!).

Per quello che mi riguarda ho trovato queste cosucce qui:

Ebbene si, non ho mai letto Gomorra di Saviano, ma rimedierò il prima possibile!

Al momento ho letto “l’ultima strega” e sono alle prese con “dieci anni d’esilio” della Stael.
L’ultima strega parla di Anna Goldi, la donna che nel 1783 venne accusata di stregoneria e viene ricordata per essere l’ultima strega uccisa in territorio Europeo(Svizzera). Non venne bruciata ma le venne tagliata la testa. Ovviamente non era nemmeno lontanamente una strega, ma solo una donna sola su cui si sono accaniti. Non è una biografia nel vero senso del termine, è leggermente romanzata ma ciò non toglie nulla alla bellezza del libro!
Dieci anni d’esilio l’ho preso in  quanto ho letto alcune cose della Stael mentre scrivevo la tesi della triennale(“considerazione sui principali avvenimenti della rivoluzione francese” ed “elogio all’amore”) così mi sembrava carino proseguire con i suoi libri(ce ne sono a bizzeffe a proposito). L’ho iniziato e vi posso assicurare che non si risparmia parlando male di Napoleone. Un odio reciproco condito dall’esilio di lei. Germaine era veramente una donna geniale e per un uomo che ha ripreso le leggi dell’ancien regime sul matrimonio e il ruolo della donna, potete immaginare che amore trai due non ci sarebbe mai potuto essere. Che poi lui fosse un approfittatore, io sono d’accordo con lei(ribadisco, non amo Napo nemmeno un pò).

Per i romanzi di Carla Maria Russo, non potevo proprio non averli. Caterina Sforza fu un donna da ammirare. Non so se qualcuno conosce un pò la sua storia, ma lei fu quella che combattè in prima persona contro Cesare Borgia per cercare di mantenere i suoi territori e che quando le minacciarono di uccidere i figli, senza alcun timore, sollevò le gonne affermando che aveva gli strumenti per farne altri! Che donna! Io l’adoro!

Ovviamente non potevano mancare alcuni libri sulla seconda guerra mondiale!

Vada a leggere………

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s