9 maggio 1978

Per chi non lo spesse, in questa data sono accaduti due fatti molto gravi. Probabilmente sconnessi, essendo successo uno a Roma e un altro in Sicilia, uno dalle Brigate rosse e uno dalla Mafia siciliana, ma in ogni caso due morti non accidentali che possiamo dire abbiano cambiato le sorti dell’Italia.

A Roma, dopo 55 giorni di sequestro, Aldo Moro della Democrazia Cristiana, viene ritrovato morto nel bagagliaio di una macchina in via Caetani. In politica da tantissimi anni, era un mediatore tra i vari partiti e anche con la chiesa cattolica. Fu il primo a vedere un futuro nell’alleanza tra DC e PSI, per un centro-sinistra forte e combattivo(prima del rapimento aveva convinto tutti gli esponenti a questo grande passo).

In Sicilia, Peppino Impastato, attivista, politico e fondatore di radio out, radio autofinanziata in cui denunciava gli atti della mafia, viene ucciso e fatto esplodere sui binari del treno. Peppino era figlio di un mafioso, riuscì a tirarsene fuori e a prendere in mano la sua vita, decidendo da che parte stare.
Leggendo tra i vari commenti su internet, uno penso che rispecchi benissimo la situazione attuale: ogni volta che un politico fa affari con la mafia, Peppino muore nuovamente.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s