La marcia su Roma

Nel 1922 l’Italia non viveva uno dei momenti più felici in quanto vi era grande scontento per la politica interna. Già da qualche tempo, in tutto il territorio, un partito stava prendendo piede lentamente: il partito fascista. Molti erano ormai i suoi adepti e il capo del partito, Mussolini, con il suo carisma, prendeva giorno dopo giorno, sempre più potere.

La storica Marcia su Roma, venne preparata in ogni dettaglio e mentre una colonna di fascisti attraversava l’Italia dirigendosi a Roma, Mussolini se ne stava ben comodo a Milano ad attendere lo sviluppo degli eventi.

Il 27 ottobre, Roma venne invasa e il 28 a Mussolini venne proposto di creare un governo insieme ad Antonio Salandra. Mussolini rifiutò senza mezzi termini e la mattina seguente gli venne annunciato che il governo sarebbe stato in mano sua. Prima di partire per Roma però volle scritto nero su bianco la proposta e di conseguenza arrivò un telegramma in cui lo si invitava a Roma per parlare con il sovrano.

Il sovrano era un poveretto, bisogna dirlo, di certo se avesse avuto un po’ più di nervi saldi e di coraggio, avrebbe preso i partecipanti della marcia e li avrebbe arrestati uno per uno, Mussolini compreso anche se stava a Milano. Ma che volete farci, non si può pretendere che dei duchi, fatti sovrani, possedessero quello che serviva a tenere a freno un carisma come quello di Mussolini.

Il 30 ottobre, Mussolini arrivò a Roma, incontrò il re che quasi gli si prostrò ai piedi, e organizzò il governo che per vent’anni tenne l’Italia sotto la morsa ferrea del fascismo.

Vent’anni. Praticamente una vita!

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s