Agora, la storia di Ipazia

Ieri sera, prima di dormire, ho deciso di guardare un film che non avevo ancora visto: Agorà, la storia della filosofa Ipazia.

Non conosco bene questo personaggio, ma sono rimasta incantata dalla sua vita e dalla sua storia, così tanto, che appena ne avrò l’occasione approfondirò il tema.

Dal film pare che fu la prima studiosa a scoprire che la terra si muoveva intorno al sole in un movimento ellittico e questo, se fosse vero, la renderebbe assolutamente una donna magnifica! Capire ciò, senza telescopi, senza tutti quegli strumenti che ebbero nel 1600 studiosi come Galielo, la annovererebbe tra i più grandi intellettuali della storia. Quando si ha a che fare con certe donne, non si può far altro che chinare la testa e rendersi conto che cervelli come il suo nascono davvero una volta ogni duemila anni.

Sarebbe bello avere oggi le sue opere da poter studiare, ma solo attraverso terzi abbiamo la notizia di quali furono i suoi studi e devo dire che è un vero peccato, una perdita enorme per l’umanità.

Chissà, se le sue opere fossero arrivate sino a noi, forse oggi Galileo Galilei non sarebbe così famoso, non sarebbe l’uomo che ha confutato l’idea che la terra gira intorno al sole…ma studieremo lei, Ipazia, colei che nel 300 d.c lo ha scoperto per prima. Non sarebbe magnifico? Si, come sarebbe stato magnifico che i cristiani non avessero distrutto le opere della biblioteca di Alessandria, ma avessero avuto una mente aperta, da studiosi e non da capre ignoranti(ma che ci stupiamo a fare, molti sono così anche adesso), evitando così, forse, gli anni bui che caratterizzano il Medioevo.

Penso che il momento che mi ha lasciato più sconvolta di tutto il film sia stato l’assalto alla biblioteca e la distruzione di quei testi scientifici, filosofici, storici…che noi non potremo mai studiare.
Che sacrilegio! Che tragedia!
Lo dico sempre che le religioni saranno la distruzione degli uomini!
E che dire della distruzione delle statue? Mi ha ricordato molto il video che girava su internet qualche mese fa sulla distruzione delle opere sacre in medio oriente, solo che nel periodo di Ipazia eravamo noi cristiani i barbari in questione.

La storia si ripete a quanto pare….l’essere umano non riesce proprio a imparare dai suoi errori! L’estinzione è alle porte!

Ipazia era una donna molto nota ad Alessandria, indipendente e ascoltata da tutti. Anche i politici come il prefetto Oreste chiedevano consiglio a lei e pare che la sua morte sia dovuta a tutta questa serie di fatti. Pare proprio che fu Cirillo, il vescovo che regnava ad Alessandria, a volerne la morte: la sua vita infatti non seguiva i canoni della donna cristiana(Ipazia non era però cristiana) e questo era per lui motivo di grande disturbo(tutte le religioni erano bandite meno la cristiana). Ovviamente la sua morte per lapidazione, subito dopo essere stata sequestrata, è uno dei tantissimi e innumerevoli crimini cristiani che sono rimasti impuniti. Addirittura Cirillo, il possibile mandante(io non ho dubbi a riguardo dopo aver letto qualche informazione su internet), la chiesa cristiana e ortodossa l’ha innalzato a santo, dottore della chiesa! Una bella presa per i fondelli, non trovate?

Quando, la chiesa cattolica renderà giustizia a tutti i martiri che ha creato?

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s